F2012, al Mugello si son visti i nuovi scarichi

Alonso li ha provati nella terza giornata di prove
 di Renato Chieppa  articolo letto 1466 volte
I nuovi scarichi della Ferrari testati al Mugello
I nuovi scarichi della Ferrari testati al Mugello

Scarichi e gomme al centro del rebus 2012. La Formula Uno attuale, condizionata dai nuovi regolamenti, sta rivisitando queste due peculiarità in maniera quasi ossessionante, senza dimenticarci anche di ali mobili ed F-Duct.

In casa Ferrari, si sa, ci si deve dare una mossa. Il gap dalle altre big, McLaren in primis, pare abissale. Ecco perché nei test di questa settimana, presso il circuito del Mugello, la Rossa ha mostrato almeno una metà delle tanto attese novità in vista del GP di Barcellona.

A farla da padrona è stata la nuova configurazione degli scarichi. La F2012 è stata infatti collaudata, così settata, da Fernando  Alonso nell’ultima giornata delle prove (3° miglior tempo in 1:21.363) con una soluzione davvero innovativa, la quale da non prende spunto da quelle viste finora.

In particolare i terminali sono stati posizionati in una zona intermedia rivisitando (almeno in ciò) quanto visto sulla W03 della Mercedes. Questi, inoltre, puntano il loro getto di gas verso la parte centrale dell’ala posteriore, soluzione ancor più inedita rispetto alla concorrenza. Altro aspetto che va evidenziato sono le due feritoie (per lato), situate davanti all’uscita degli stessi terminali, le quali hanno la funzione di migliorare la fuoriuscita del calore.

Ovviamente a questa novità è seguito un remake delle fiancate nella zona adiacente agli scarichi. La parte finale è stata infatti “amalgamata” con la cosiddetta Coca-Cola, facendo sparire il taglio netto visto nella versione precedente della carrozzeria.