theracingtribune.it
Giovedì 24 Aprile 2014
MOTOCROSS
RIUSCIRÀ MARQUEZ HA CONQUISTARE IL MONDIALE MOTOGP A MOTEGI?
  
  

Daily Network
© 2014
MOTOCROSS

Cairoli 6 grande! A Faenza entra nella storia

10.09.2012 10:39 di Luca Cinquanta  articolo letto 707 volte
Antonio Cairoli
Antonio Cairoli

Concludendo la prima manche con 20'' di vantaggio sull'inseguitore Christophe Pourcel, nonostante il freno posteriore lo abbia abbandonato a dieci minuti dalla conclusione, il siciliano Tony Cairoli ha conquistato il suo sesto titolo iridato di fronte al pubblico amico di Faenza, accorso in massa per osannare il dominatore della categoria delle ruote chiodate. Una corsa al mondiale, rovinata solamente dal doppio zero della Svezia, conclusa nel migliore dei modi nel round casalingo, troncando ogni speranza di miracolo del belga Clement Desalle, quarto in Gara-1, con ancora un appuntamento in programma sul tracciato di Teutschenthal il 23 settembre. Copione identico nella seconda manche, terminata in testa per sugellare un trionfo senza storia, costruito con cinque doppiette, 19 manche vinte su 30 sinora disputate, e 10 Gran Premi in bacheca, tutto questo per il solo 2012. Gara-2 ha visto un Christophe Pourcel ben più tenace, a soli 0''744 di ritardo dal leader sotto la bandiera a scacchi, seguito dal compagno di marca Gautier Paulin, ed ha coronato un successo iridato ottenuto nel round casalingo che mancava nella strepitosa carriera del siciliano di Patti. Sei titoli iridati, quarto consecutivo, che lo prioettano nella storia del Motocross, inseguendo quei 10 mondiali conquistati da una leggenda delle ruote chiodate, Stefan Everts, inserendolo fra i migliori italiani nelle competizioni motoristiche di tutti i tempi. Alle spalle di Giacomo Agostini, 15 titoli, di Valentino Rossi e Carlo Ubbiali, entrambi fermi a quota 9, a soli 26 anni Tony Cairoli eguaglia Giovanni Sala, talento dell'enduro, sorpassando Massimiliano Biaggi (5), attualmente in corsa per il titolo in Superbike contro il connazionale Marco Melandri. "Nonostante i problemi, ho voluto spingere sino alla fine per chiudere nel migliore dei modi. Non era la mia pista preferita ma vincere il Mondiale in casa è una novità per me che non volevo farmi sfuggire. Splendida esperienza. Un successo che dedico a mia madre, scomparsa un anno fa, ed a mio padre, sempre al mio fianco".


Altre notizie - Motocross
Altre notizie
 

LA F1 NON È LA REPUBBLICA DELLE BANANE. E LA FERRARI PIANGE AMARO

Solo tre gare e già la situazione sembra compromessa anche per il 2014, perfino peggio rispetto agli inizi degli ultimi anni, quando la Red Bull, presto o tardi, prendeva il largo.  La primavera è purtroppo infatti già amara come i risultati delle ros...

MINARDI: "COSA NASCONDE IL CAPPELLO MAGICO DI VETTEL E NEWEY?"

Aspettando di vivere il Gran Premio di Korea, quattordicesima tappa del Mondiale di Formula 1, voglio tornare con la mente e ...

IL RECORD VELOCISTICO È A SHANGHAI, NONOSTANTE L'ACQUA

 Nel corso delle qualifiche per il GP di Cina, sabato scorso, Valtteri Bottas ha raggiunto con la sua Williams l’i...

ALLA C E ALLA GLA IL DESIGN TROPHY DI AUTO ZEITUNG

I lettori della rivista specializzata “Auto Zeitung” per ben tre volte hanno decretato il successo del design Ste...

A PECHINO L'ANTEPRIMA MONDIALE LEXUS NX

Lexus svelerà al prossimo Salone di Pechino il nuovo crossover NX Hybrid.  Sviluppato sul concept LF-NX, NX Hy...

IL MUSEO FERRARI INAUGURA LE NUOVE STRUTTURE

Il prossimo 11 aprile verranno inaugurate a Maranello le nuove strutture per l’accoglienza turistica, del piazzale...

MAST WALK, UNA NUOVA MANIA?

Come non ammirare Alex Thomson, provetto navigatore oceanico, sia per la trovata che per la realizzazione? Insomma, la str...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 24 Aprile 2014.
   Editore: Alex D'Agosta Norme sulla privacy