Un giro al TT Assen Circuit con TRT.

 di Luca Cinquanta  articolo letto 511 volte
TT Circuit Assen
TT Circuit Assen

Inserito nel calendario del Mondiale sin dal 1949, primo anno iridato del campionato dedicato ai prototipi a due ruote, l'appuntamento del Gran Premio d'Olanda si disputa sul tracciato di Assen dalla stagione 1954, guadagnandosi la nomea di "università del motociclismo" per l'abilità richiesta per ottenere un successo fra queste curve.

Striscia d'asfalto lunga 4542 metri, il circuito della terra dei tulipani è stato accorciato nel 2005, togliendo circa due chilometri di spettacolo ad un round sempre emozionante.

Si parte con una svolta a destra da affrontare in terza marcia, scalando dalla quinta tenuta sul rettilineo iniziale, escludendo dalla pista la zona della S-Bocht passando ai piedi della Strubbe Tribune con la moto sempre piegata dallo stesso lato.

Quasi una curva a gomito prima di ributtare il mezzo sulla sinistra, avviandosi verso la Veenslang, passando dalla sesta, toccando circa i 299 Km/hm akka terza, preparandosi ad una curva verso destra, senza cambiare rapporto.

Sinistra, destra della Mandeveen per poi lanciarsi all'interno della Dukersloot, poco prima di buttarsi nella Meeuwenbeer, curva a destra che accompagna i piloti alla Hoge Heide, prologo dell'ultima "esse" del tracciato.

Gert Timmer Bocht da tenere sempre sott'occhio visto che si tratta dell'ultima zona di pista in cui è possibile portare un attacco, passando da 245 Km/h a 110, prima di affrontare il rettilineo finale del circuito di Assen.