theracingtribune.it
Venerdì 18 Aprile 2014
MOTO GP / SBK
RIUSCIRÀ MARQUEZ HA CONQUISTARE IL MONDIALE MOTOGP A MOTEGI?
  
  

Daily Network
© 2014
MOTO GP / SBK

Triplete Pedrosa, disastro Stoner. Lorenzo leader

08.07.2012 13:43 di Luca Cinquanta  articolo letto 373 volte
Daniel Pedrosa - Repsol Honda Team
Daniel Pedrosa - Repsol Honda Team

Pronti,via la coppia che scatta al comando del Gran Premio della Germania, ottavo appuntamento stagionale della classe regina, e quella dei piloti del team ufficiale della Honda, dando vita ad una bagarre spettacolare sino alla tornata finale.

Casey Stoner al comando, poi Daniel Pedrosa e scambi di posizione senza sosta fra i portacolori della struttura HRC mentre alle loro spalle, dopo un lungo di Cal Crutchlow nelle fasi conclusive della gara, Jorge Lorenzo rimane sulle loro tracce ma ad una distanza di circa 10''.

Il gruppetto degli alfieri Ducati, formato da Nicky Hayden, Valentino Rossi ed Héctor Barberà non si risparmiano sorpassi e risposte mozzafiato, rimanendo nella scia del tedesco Stefan Bradl, in testa ad un trenino tutto pepe.

Terza vittoria consecutiva sul tracciato del Sachsenring per Daniel Pedrosa, ottenendo il primo successo stagionale che lo rimette in corsa per il titolo, nonostante un distacco importante dalla posizione di testa, detenuta dal maiorchino della Yamaha a quota 160 punti.

Ultima tornata del Gran Premio della Germania che offre il colpo di scena che non t'aspetti, con Casey Stoner che si stende, sdraiandosi nella ghiaia e regalando la seconda posizione al rivale Jorge Lorenzo, tornato in vetta alla classifica generale con 20 lunghezze di vantaggio, annullando il recupero visto ad Assen da parte dell'australiano.

"Quando ho visto una tuta arancione a terra non avevo capito chi era dei due - ha dichiarato Jorge Lorenzo - Ho visto che era Casey Stoner solo alla fine della gara. Avrei preferito rimanere in piedi ad Assen e vedere Casey Stoner al traguardo qui al Sachsenring. Oggi le Honda erano imprendibili e questo secondo posto è un risultato inatteso".

Andrea Dovizioso, portacolori della struttura Monster Yamaha Tech3, conquista il suo terzo podio stagionale battendo l'americano Ben Spies, quarto sotto la bandiera a scacchi, mettendo un sigillo sulla lotta per quella moto ufficiale della Casa di Iwata che non ha ancora un padrone.

Bene Stefan Bradl, quinto al traguardo davanti a Valentino Rossi, lento nelle fasi iniziali della gara per poi prendere un buon ritmo.


Altre notizie - Moto GP / SBK
Altre notizie
 

LA F1 NON È LA REPUBBLICA DELLE BANANE. E LA FERRARI PIANGE AMARO

Solo tre gare e già la situazione sembra compromessa anche per il 2014, perfino peggio rispetto agli inizi degli ultimi anni, quando la Red Bull, presto o tardi, prendeva il largo.  La primavera è purtroppo infatti già amara come i risultati delle ros...

MINARDI: "COSA NASCONDE IL CAPPELLO MAGICO DI VETTEL E NEWEY?"

Aspettando di vivere il Gran Premio di Korea, quattordicesima tappa del Mondiale di Formula 1, voglio tornare con la mente e ...

I TEST DEL BAHREIN VISTI DAL GOMMISTA

Pirelli ha completato il primo test in season, usando le attuali monoposto di Formula Uno: una novità rispetto al...

ALLA C E ALLA GLA IL DESIGN TROPHY DI AUTO ZEITUNG

I lettori della rivista specializzata “Auto Zeitung” per ben tre volte hanno decretato il successo del design Ste...

A PECHINO L'ANTEPRIMA MONDIALE LEXUS NX

Lexus svelerà al prossimo Salone di Pechino il nuovo crossover NX Hybrid.  Sviluppato sul concept LF-NX, NX Hy...

IL MUSEO FERRARI INAUGURA LE NUOVE STRUTTURE

Il prossimo 11 aprile verranno inaugurate a Maranello le nuove strutture per l’accoglienza turistica, del piazzale...

MAST WALK, UNA NUOVA MANIA?

Come non ammirare Alex Thomson, provetto navigatore oceanico, sia per la trovata che per la realizzazione? Insomma, la str...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 18 Aprile 2014.
   Editore: Alex D'Agosta Norme sulla privacy