Melandri risponde a Biaggi ad Aragon

 di Luca Cinquanta  articolo letto 526 volte
Marco Melandri - BMW Motorrad Motorsport
Marco Melandri - BMW Motorrad Motorsport

Dopo una prima manche entusiasmante, accesa dal confronto nelle tornate conclusive fra Massimiliano Biaggi e Marco Melandri, con il romano dell'Aprilia uscito trionfante dalla bagarre, Gara-2 del Gran Premio di Spagna non è da meno per quanto riguarda lo spettacolo.

Il ravennate, portacolori della struttura BMW Motorrad Motorsport, ottiene il suo quarto successo stagionale, accorciando il distacco dal leader della classifica generale, riscattando il secondo posto del round d'apertura al Motorland Aragon.

"La RSV4 aveva un motore più potente, in rettilineo si vedeva, ed ho cercato di rispondere subito agli attacchi. Lasciargli strada avrebbe significato fuga ma io volevo questa vittoria. In Gara-2 si sono messi in mezzo anche Eugene Laverty e Chaz Davies, due furie che non volevano mollare".

L'irlandese dell'Aprilia ha chiuso in seconda posizione, tenendosi alle spalle il britannico, compagno di marca, ed il romano Massimiliano Biaggi, estrommesso dal podio ma sempre leader del Mondiale Superbike con 48 lunghezze di vantaggio ai danni di Marco Melandri.

Il risultato finale non è stato gradito dal 41enne laziale, chiusosi all'interno del suo motorhome a riflettere con i suoi uomini di fiducia su un gioco di squadra inesistente, scelta che gli è costata ben 12 punti nei confronti del connazionale in forza alla BMW.

La classifica generale, al termine dell'ottavo appuntamento stagionale, vede sempre Massimiliano Biaggi al comando, ora con 248,5 punti complessivi, seguito da Marco Melandri (200,5), dall'alfiere della Honda, Jonathan Rea (183) e dallo spagnolo Carlos Checa (175,5).

Il prossimo round vedrà impegnati i protagonisti del Mondiale Superbike sul tracciato di Brno, circuito molto amato dal 41enne portabandiera della Casa di Noale, pronto a ribadire la sua leadership nel campionato dedicato alle derivate dalla serie.