Espargarò-De Puniet, lotta per il vertice

 di Luca Cinquanta  articolo letto 368 volte
Aleix Espargarò - Power Electronics Aspar
Aleix Espargarò - Power Electronics Aspar

Supportato dagli errori di Ben Spies e Valentino Rossi, ma abile nel chiudere davanti al rientrante Karel Abraham, alfiere della struttura Cardion AB Motoracing, lo spagnolo Aleix Espargarò ha concluso il round  di Laguna Seca in nona posizione, nella Top10 della classe regina.

Un risultato importante per l'alfiere della struttura Power Electronics Aspar che lo proietta in testa al campionato dedicato alle sole CRT, condividendo la vetta con il compagno di scuderia Randy De Puniet.

Nella classifica generale, includendo le MotoGP, sono appaiati in tredicesima piazza, a 27 punti di distanza da Héctor Barberà, assente a Laguna Seca, ma nella sfida con le pari categoria sono i dominatori assoluti.

Michele Pirro, primo inseguitore della coppia in sella alle ART del team Power Electronics Aspar, ha steccato in America cadendo nel corso del secondo giro, centrato dallo spagnolo Toni Elìas, scivolando a 17 lunghezze di ritardo in campionato.

In terra anche lui, Mattia Pasini non è riuscito a sfruttare l'occasione per sorpassare il connazionale in classifica generale, al pari di Danilo Petrucci, fermo a quota nove ed a quattro punti di distanza dalla scuderia Speed Master.

La zona punti del round di Laguna Seca è stata conclusa dal colombiano Yonny Hernandez, dodicesimo sotto la bandiera a scacchi, dall'americano Colin Edwards e dallo spagnolo Ivan Silva, portando solo quattordici moto al traguardo.

La lotta in casa Power Electronics Aspar continua con Aleix Espargarò lesto nel rispondere alla mini-fuga del compagno di squadra Randy De Puniet, agganciandolo in vetta e staccando gli avversari della categoria CRT.