Che lotta per la pole, spunta Pedrosa! Rossi 6°

 di Luca Cinquanta  articolo letto 366 volte
Daniel Pedrosa
Daniel Pedrosa

Un'intensa lotta per la pole position scattata a dieci minuti dal termine del turno di qualifica per il tredicesimo round stagionale della classe regina ha accesso l'entusiasmo sulle tribune del tracciato di Misano Adriatico, intitolato alla memoria di Marco Simoncelli.

Inizia il tedesco Stefan Bradl, rookie in forza alla struttura LCR Honda MotoGP, piazzandosi davanti a tutti con un giro da pelle d'oca, passando dal britannico Cal Crutchlow, prima di dar via alla vera battaglia fra i due piloti al comando della classifica generale della MotoGP: Daniel Pedrosa e Jorge Lorenzo.

L'alfiere della Casa di Tokyo, dopo aver tenuto la pole provvisoria in tutta la prima parte della sessione, ha ceduto la posizione prima di iniziare a girare con l'obiettivo primario di conquistare quella prima casella della griglia di partenza, dando il primo colpo al suo rivale, nonchè connazionale, in sella alla Yamaha.

L'attesa per la gara di domani cresce sempre di più dopo la bagarre vista in pista oggi, una serie di colpi su colpi fra i due spagnoli, con Daniel Pedrosa che la spunta grazie all'ottimo crono di 1'33'' 857 ed un vantaggio di 18 millesimi nei confronti del maiorchino.

Jorge Lorenzo scatterà dalla seconda casella della griglia di partenza, forte del vantaggio di 13 punti in classifica generale e pronto a rispondere alla serie di due vittorie consecutive detenute dal connazionale della Honda.

Prima fila conclusa dal britannico Cal Crutchlow, poleman provvisorio per pochi secondi ma convincente con la sua YZR-M1 satellite, battendo il suo compagno di scuderia, Andrea Dovizioso, che ha concluso la sessione ottenendo il settimo tempo.

Quarto, sorprendente, Stefan Bradl ha fatto vedere il suo talento, sottolineando che si tratta del suo primo anno in classe regina dopo aver conquistato il Mondiale della Moto2 la scorsa stagione, e si è messo alle spalle, o per meglio dire al fianco, lo spagnolo Alvaro Bautista e Valentino Rossi, sesto ed ottimista in vista della gara di domani.

Ben Spies ha chiuso il turno di qualifica con l'ottavo crono della giornata, risultando più rapido dell'esordiente Jonathan Rea, nono in sella alla Honda ufficiale di Casey Stoner, ed al rientrante Nicky Hayden, decimo ma ancora dolorante alla mano.

Alle spalle di Karel Abraham, undicesimo, il francese Randy De Puniet è risultato il miglior pilota CRT della giornata, anticipando Héctor Barberà, tornato dall'infortunio ed alfiere della scuderia Pramac Racing Team, il compagno di squadra Aleix Espargarò, 13°, e l'italiano Michele Pirro.