VERSIONE MOBILE
theracingtribune.it
Mercoledì 1 Aprile 2015
INDY / USA
CHI CONQUISTERÀ LA POLE POSITION DEL GP ARAGÒN?
  
  
  
  
  
  
  

INDY / USA

Pantano in Indy: "AAA cercasi volante"

Il pilota ex F1 è in America alla ricerca di una squadra. "Ho conosciuto una persona molto appassionata, vedremo..."
24.04.2012 09:30 di Renato Chieppa  articolo letto 975 volte
Giorgio Pantano, attualmente negli Usa a caccia di un team
Giorgio Pantano, attualmente negli Usa a caccia di un team

Archiviata la passata (e poco fortunata) stagione con la Dreyer&Reinbold Giorgio Pantano è ora alla ricerca di un nuovo sedile nella IndyCar Series.

Ritornato negli States a febbraio, attualmente si trova “in appoggio” presso l’amico e collega E.J. Viso della KV Technology. Grazie infatti a questa base logistica il pilota padovano può seguire costantemente in presa diretta il campionato e quindi cercarsi una squadra che voglia puntare su di lui.

In quest’ottica l’ex Jordan spiega, in un’intervista rilasciata ad Autosprint, il suo momento: “Ho parlato con tutti i team, cercando di capire le singole situazioni. Molti hanno intenzione di schierare una seconda monoposto, ma ci sono problematiche legate alle forniture dei motori”.

Uno spiraglio però a quanto pare c’è: “A St. Petersburg ho conosciuto una persona molto appassionata di automobilismo che già sponsorizza il team Herta. Ci siamo piaciuti a vicenda e sono proseguiti gli incontri mirati a verificare la possibilità di essere al via in tempi brevi. Credo che il mio futuro sia qui, quindi devo essere sul posto, frequentare il paddock e conoscere chi opera sul campo”.

Le possibilità di salire in sella, in tempi brevi, ci sono. Ora si tratta solo attendere gli eventi: “Le cose si stanno muovendo in direzioni positive, andando onestamente oltre le mie aspettative. Le squadre sanno che sono un professionista ma conoscono anche la mia impossibilità a portare contributi finanziari”.

Tutto chiaro per il 33enne, il quale non si fa problemi nemmeno davanti al fatto che inizierebbe la stagione senza nemmeno un chilometro di test sul groppone: “Le macchine del 2012 hanno solo del carico aerodinamico in più, per il resto il feeling è lo stesso di quelle dello scorso anno”.

Che almeno un pilota nostrano, sebbene non sia Formula Uno, è comunque un risultato che in molti auspicano vista l’attuale penuria.


Altre notizie - Indy / USA
Altre notizie
 

MAGNUSSEN ERA VICINO ALLA INDYCAR, MA ALONSO...

I casi della vita: Alonso fuori gioco per il GP d'Australia e un sostituto di fiducia come un pilota giovane ma sufficientemente esperto per fare il lavoro e non lamentarsi.   Per un "giro" in McLaren nel 2015, insomma, con risultati prevedibilmente imbar...

ALONSO SULL'INCIDENTE: PROBLEMA ALLA VETTURA. MA IL MISTERO RESTA

Sepang - In occasione della tradizionale confernza stampa alla vigilia delle prove libere, Fernando Alonso ha per la...

QUALI PNEUMATICI PER IL GP IN MALESIA?

Sepang - Un asfalto molto abrasivo e un alto livello di caldo e di umidità rendono il week-end del GP di Malesia...

AD APRILE LA NUOVA XV950 RACER DI YAMAHA

“Inspired by the past, built for the future” definisce alla perfezione l’essenza di ogni modello Yamaha...

A MIAMI DEBUTTA LIUZZI, MA LA MACCHINA CONSUMA TROPPA ENERGIA

Delusione per il team Trulli, con Jarno e Tonio per la prima volta insieme nello stesso team, dopo essersi affrontati per...

IL CAT LUNA ROSSA AC72 AL MUSEO DELLA SCIENZA DI MILANO

Il catamarano ad ala rigida AC72 “Luna Rossa”, finalista delle regate di selezione degli sfidanti della 34^...

VLN: MORTO UNO SPETTATORE AL NURBURGRING

Tappa inaugurale del VLN (Veranstaltergemeinschaft Langstreckenpokal Nürburgring), dramma inaspettato. Una Nissan...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 1 Aprile 2015.
   Editore: Alex D'Agosta Norme sulla privacy   

Utilizzo dei Cookie

CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.