Shanghai Practice 1&2: avanti i motori Mercedes

Hamilton nella prima e Schumacher nella seconda sessione lasciano il segno nelle libere. Ferrari solo decima con Alonso

 di Renato Chieppa  articolo letto 385 volte
La W03 di Schumacher, oggi la più veloce a Shanghai
La W03 di Schumacher, oggi la più veloce a Shanghai

Lewis Hamilton e Michael Schumacher sanciscono il dominio dei propulsori Mercedes nella prima giornata del Gran Premio della Cina, al di là della pista bagnata dalla copiosa pioggia caduta in nottata e che (seppur leggermente) ha interferito sulle libere. Però, se nel caso della McLaren la lunga percorrenza data dalla gara non pare un problema, è invece da testare il discorso per quanto riguarda Ross Brawn e soci, viste le recenti performance fra Melbourne e Sepang.

Practice 1. Col tempo di 1m37.106 Hamilton, in appena 7 giri, fa il record della prima sessione negli ultimi 2 long run. Come il compagno di squadra Button (finito ottavo) ha provato il nuovo pacchetto di aggiornamenti sulla sua MP4-27, il quale prevede modifiche nell’anteriore, nelle ali posteriori e anche per quanto riguarda il fondo. Con 1.010s  di distacco c’è quindi la Mercedes di Nico Rosberg, seguita dalla gemella condotta da Michael Schumacher. In una manche condizionata dalla pioggia (leggera) quarte e quinte sono poi giunte le Sauber di Perez e Kobayashi. Sesta e settima invece la Red Bull, rispettivamente con Mark Webber e Sebastian Vettel. A completare la top ten infine le Toro Rosso di Ricciardo e Vergne. La Ferrari è giunta nella seconda decina con Alonso 11mo e Massa 12mo. Da registrare gli esordi per  Jules Bianchi (Ferrari Driver’s Academy) su Force India, giunto 20mo, e di Giedo van der Garde con la Caterham (19mo). Ultimo Heikki Kovalainen (Lotus) con il tempo di 1m50.465s.

Practice 2. Nei secondi 90 minuti di prove è stato il 7 volte campione del mondo “KaiserSchumi, col tempo di 1m35.973s, ad effettuare il giro più veloce. Secondo Hamilton, e quindi posizioni invertite rispetto alla prima manche, con un distacco di 0.172s. A ruota le RB8 di Vettel e Webber, col detentore del titolo iridato lontano dal pilota della Mercedes di appena 0.187. Quinto poi Rosberg e sesto Button; mentre hanno completato la ton ten Kobayashi, le  Force India di di Resta  e Hulkenberg. Decimo Alonso (1m37.316s), mentre Massa ha “chiuso” al 17mo posto. Ultimo, come consuetudine, l’HRT con Narain Karthikeyan (+ 5.162s). Diversi anche i fuori pista da registrare: Kobayashi, Petrov, di Resta ed infine (forse il più pericoloso) quello capitato a Glock della Marussia.