VERSIONE MOBILE
theracingtribune.it
Mercoledì 2 Settembre 2015
FORMULA 1
CHI CONQUISTERÀ LA POLE POSITION DEL GP ARAGÒN?
  
  
  
  
  
  
  

FORMULA 1

Montezemolo: "Dobbiamo fare di più"

27.06.2012 19:26 di Redazione - The Racing Tribune  articolo letto 479 volte
Montezemolo: "Dobbiamo fare di più"

“Sono preoccupato e lo dobbiamo essere tutti”. Ha esordito così, all’insegna di un realismo al limite della crudezza, Luca di Montezemolo nel tradizionale saluto a tutto il personale della Scuderia Ferrari, riunito nel padiglione della logistica, che si svolge dopo ogni vittoria. “Sì, sono preoccupato perché ci aspettano tre gare molto dure – Silverstone, Hockenheim e Budapest – e perché abbiamo visto una Red Bull fortissima, che ha dato quattro decimi in qualifica a tutti e che, in gara, stava volando via, almeno fino alla safety-car. Se vogliamo raggiungere i nostri obiettivi allora dobbiamo fare un passo avanti.”

Le parole del Presidente sono state ovviamente volute, anche nell’ultima occasione in cui la squadra si ritrovava per gustarsi il dolce sapore della vittoria di Alonso a Valencia. Tutti sono ormai proiettati sul trittico delle gare di luglio e oltre ed era giusto sottolineare che resta ancora tantissimo lavoro da fare per poter davvero vincere il Mondiale. “E’ grazie al vostro lavoro, ad un pilota straordinario che non a caso corre per la Ferrari, alle strategie, ai pit-stop e a quello che viene fatto da ognuno in pista e a casa che ci ritroviamo in testa al campionato pur non disponendo della macchina migliore” – ha proseguito Montezemolo – “Ora dobbiamo fare in modo che tutto sia fatto nella maniera migliore perché vincere dipende solo ed esclusivamente da noi. Ci sbagliamo di grosso se pensiamo che la vittoria di Valencia significhi che basta quello che abbiamo: oggi abbiamo una vettura competitiva ma per vincere dobbiamo fare ancora di più.”

Montezemolo ha espresso la sua soddisfazione per il successo nel Gran Premio d’Europa, riconoscendo il valore di quello che è stato fatto domenica scorsa in una gara meravigliosa ma non nascondendosi che anche le circostanze esterne, vedi la safety-car e i ritiri di un paio di avversari, hanno dato una mano. “Non voglio che all’esterno pensino che basta una vittoria perché qui ci si metta a fare i fuochi d’artificio” – ha continuato – “So quanto state lavorando, quanti sacrifici state facendo ma sono il primo a sapere che tutti noi, nessuno escluso, dobbiamo dare ancora qualcosa in più.”

La chiusura del breve intervento di Montezemolo è stata più improntata all’occasione: “Ricordiamoci ancora per qualche minuto che siamo in testa al mondiale e poi torniamo al lavoro. Prima però, vi chiedo di dedicare alcuni applausi. Il primo a Fernando, perché dopo una gara così è il minimo che possiamo fare: raramente ho visto fare tanti sorpassi così ed una determinazione così straordinaria dalla partenza alla bandiera a scacchi. Il secondo a Felipe, stavolta non d’incoraggiamento come avevamo fatto all’inizio della stagione, ma come segno di fiducia perché sappia che noi contiamo su di lui: dobbiamo dargli una macchina migliore e più affidabile per permettergli da raggiungere quei risultati che servono al suo morale e alle classifiche dei due campionati. Il terzo ai ragazzi del pit-stop, che hanno lavorato tantissimo quest’anno e si sono migliorati fino ad essere il riferimento di tutti i team in una stagione in cui le soste ai box sono spesso decisive: sono il nostro orgoglio. L’ultimo applauso, e lo voglio fare io per primo, va al vostro capo, Stefano Domenicali, che si assume sempre le sue responsabilità, che fa da parafulmine a tutte le critiche, che protegge i suoi uomini all’esterno e che, nello stesso momento, sa esigere il massimo impegno, che sa fare squadra e sa guardare al futuro con positività e col giusto senso di realismo. Se lo merita.”


Altre notizie - Formula 1
Altre notizie
 

MAGNUSSEN ERA VICINO ALLA INDYCAR, MA ALONSO...

Magnussen era vicino alla Indycar, ma Alonso...I casi della vita: Alonso fuori gioco per il GP d'Australia e un sostituto di fiducia come un pilota giovane ma sufficientemente esperto per fare il lavoro e non lamentarsi.   Per un "giro" in McLaren nel 2015, insomma, con risultati prevedibilmente imbar...

VETTEL: "PROGRESSI IMPRESSIONANTI"

Vettel: "Progressi impressionanti" “Tutto sommato possiamo davvero essere contenti. Siamo solo alla terza gara e i progressi fatti finora sono...

AL GP CINA STRATEGIA GOMME A DUE SOSTE "SOFT-SOFT-MEDIA"

Al GP Cina strategia gomme a due soste "soft-soft-media"Shangai - Questa l'analisi tecnica di Pirelli sugli pneumatici: Lewis Hamilton ha conquistato la sua seconda...

AD APRILE LA NUOVA XV950 RACER DI YAMAHA

Ad aprile la nuova XV950 Racer di Yamaha“Inspired by the past, built for the future” definisce alla perfezione l’essenza di ogni modello Yamaha...

A MIAMI DEBUTTA LIUZZI, MA LA MACCHINA CONSUMA TROPPA ENERGIA

A Miami debutta Liuzzi, ma la macchina consuma troppa energiaDelusione per il team Trulli, con Jarno e Tonio per la prima volta insieme nello stesso team, dopo essersi affrontati per...

IL CAT LUNA ROSSA AC72 AL MUSEO DELLA SCIENZA DI MILANO

Il cat Luna Rossa AC72 al Museo della Scienza di MilanoIl catamarano ad ala rigida AC72 “Luna Rossa”, finalista delle regate di selezione degli sfidanti della 34^...

AUDI RS 6 AVANT, UN CORTOMETRAGGIO D'AUTORE

Audi RS 6 Avant, un cortometraggio d'autoreLa stagione dello sci va a concludersi e Audi ci invita a tornare il prossimo inverno con un cortometraggio dalle...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 2 Settembre 2015.
   Editore: Alex D'Agosta Norme sulla privacy | Cookie policy   
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI