VERSIONE MOBILE
theracingtribune.it
Sabato 29 Novembre 2014
FORMULA 1
CHI CONQUISTERÀ LA POLE POSITION DEL GP ARAGÒN?
  
  
  
  
  
  
  

FORMULA 1

Cris Horner: "Chi si accontenta..."

Il team principal della squadra austro-inglese analizza il mezzo flop cinese
16.04.2012 13:45 di Renato Chieppa  articolo letto 359 volte
Cina mezza piena (o mezza vuota) per Cris Horner e la Red Bull?
Cina mezza piena (o mezza vuota) per Cris Horner e la Red Bull?

Un tempo (non troppo lontano) si parlava di dominio Red Bull, quasi fosse una condictio inscindibile dalla Formula Uno. Adesso i tempi son cambiati, per lo meno da qualche mese a questa parte, e a Milton Keynes ci si deve accontentare delle briciole.

Essere ai margini del podio è il massimo che Mark Webber ed il bi-campione del mondo Sebastian Vettel riescono attualmente a tirar fuori dalle loro RB8. Sebbene la classifica veda il squadra seconda ed i piloti con pochi margini da Hamilton e Button le aspettative non vengono rispettate.

Però, in attesa del salto di qualità, Cris Horner analizza positivamente il quarto ed il quinto posto colti a Shanghai: “E’ stata una gara molto impegnativa e ricca di azione. Vedendo da dove siamo partiti e dove eravamo al primo giro, abbiamo dovuto affrontare alcune difficili decisioni strategiche. Siamo stati i primi a fermarci con Mark, che aveva una tattica molto aggressiva. Ci siamo fermati presto anche con Sebastian e abbiamo diviso le strategie in quel punto, con tre stop per Mark e due sole soste per Seb. La gara ha cominciato a risollevarsi in quel momento”.

Sebbene avessero due diverse versioni di scarichi (la nuova per Webber e quella dei test del Montmelò per Vettel), il risultato non è quindi parso tanto concorrenziale da poter spodestare Mercedes o McLaren dalle rispettive posizioni. Così il team principal conclude: “Il nostro passo di gara era abbastanza forte e abbiamo raggiunto le McLaren. Purtroppo, la parte anteriore sinistra del pneumatico sulla vettura di Sebastian si è deteriorata, probabilmente nei giri dietro a Kimi Raikkonen e non ha potuto far nulla per difendere le sue posizioni: tuttavia, dopo essere stato 15 ° al primo giro, chiudere quinto è un buon risultato. Mark invece è andato lungo mentre lottava con Lewis Hamilton, e non ha potuto lottare per la terza piazza. Tuttavia, è stato un buon bottino di punti”.


Altre notizie - Formula 1
Altre notizie
 

HA VINTO HAMILTON O PERSO ROSBERG?

Abu Dhabi, solo poche sbavature: un barbecue della disgraziatissima Lotus di Maldonado e il guasto di Rosberg, che ha deciso l’esito mondiale. Per fortuna, nessun incidente o safety car. Ma un dubbio aleggerà a lungo su questo appuntamento finale del 2014: ha vinto l...

VETTEL: UN SOGNO CHE SI AVVERA

“La prossima fase della mia carriera in Formula 1 sarà insieme alla Scuderia Ferrari: per me è il sogno...

IL SISTEMA INFO WING IN PROVA AD ABU DHABI

Abu Dhabi - Il sistema chiamato "Info Wing" verrà testato ad Abu Dhabi, durante le prove libere,...

AUDI PROLOGUE, BENVENUTI IN UNA NUOVA ERA DEL DESIGN

Los Angeles - Marc Lichte, Responsabile del Design Audi,descrive così il carattere della showcar:...

GRIMSEL: DALLA SVIZZERA, DA 0 A 100 IN 1,7"

"Grimsel" è il nome di una vettura monoposto a propulsione elettrica realizzata da studenti...

LA STORIA DELLA MINI AL MUSEO BMW

Monaco di Baviera. A partire dal 27 novembre 2014, MINI  sarà al centro dell’attenzione in una mostra...

IL SOUND DEL NUOVO MOTORE HONDA CHE PUNTA A BATTERE MERCEDES

In un video appena diffuso dal grandissimo costruttore nipponico, ecco il sound della nuova power unit che si prepara a...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 29 Novembre 2014.
   Editore: Alex D'Agosta Norme sulla privacy   

Utilizzo dei Cookie

CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.