Cris Horner: "Chi si accontenta..."

Il team principal della squadra austro-inglese analizza il mezzo flop cinese
 di Renato Chieppa  articolo letto 518 volte
Cina mezza piena (o mezza vuota) per Cris Horner e la Red Bull?
Cina mezza piena (o mezza vuota) per Cris Horner e la Red Bull?

Un tempo (non troppo lontano) si parlava di dominio Red Bull, quasi fosse una condictio inscindibile dalla Formula Uno. Adesso i tempi son cambiati, per lo meno da qualche mese a questa parte, e a Milton Keynes ci si deve accontentare delle briciole.

Essere ai margini del podio è il massimo che Mark Webber ed il bi-campione del mondo Sebastian Vettel riescono attualmente a tirar fuori dalle loro RB8. Sebbene la classifica veda il squadra seconda ed i piloti con pochi margini da Hamilton e Button le aspettative non vengono rispettate.

Però, in attesa del salto di qualità, Cris Horner analizza positivamente il quarto ed il quinto posto colti a Shanghai: “E’ stata una gara molto impegnativa e ricca di azione. Vedendo da dove siamo partiti e dove eravamo al primo giro, abbiamo dovuto affrontare alcune difficili decisioni strategiche. Siamo stati i primi a fermarci con Mark, che aveva una tattica molto aggressiva. Ci siamo fermati presto anche con Sebastian e abbiamo diviso le strategie in quel punto, con tre stop per Mark e due sole soste per Seb. La gara ha cominciato a risollevarsi in quel momento”.

Sebbene avessero due diverse versioni di scarichi (la nuova per Webber e quella dei test del Montmelò per Vettel), il risultato non è quindi parso tanto concorrenziale da poter spodestare Mercedes o McLaren dalle rispettive posizioni. Così il team principal conclude: “Il nostro passo di gara era abbastanza forte e abbiamo raggiunto le McLaren. Purtroppo, la parte anteriore sinistra del pneumatico sulla vettura di Sebastian si è deteriorata, probabilmente nei giri dietro a Kimi Raikkonen e non ha potuto far nulla per difendere le sue posizioni: tuttavia, dopo essere stato 15 ° al primo giro, chiudere quinto è un buon risultato. Mark invece è andato lungo mentre lottava con Lewis Hamilton, e non ha potuto lottare per la terza piazza. Tuttavia, è stato un buon bottino di punti”.