Adam Parr lascia la presidenza della Williams

 di Giovanni Felice  articolo letto 465 volte
Adam Parr
Adam Parr

Grosse rivoluzioni nei quartieri alti del team Williams.

Dopo il passaggio di consegne del patron Frank Williams, che a inizio marzo aveva annunciato le proprie dimissioni da membro del consiglio di amministrazione, lasciando il posto a sua figlia Claire, ieri anche il presidente Adam Parr ha fatto sapere che abbandonerà la società.

Un avvicendamento gestionale che non dipende da una rottura con il team, visto che il primo risultato stagionale è stato il buon piazzamento ottenuto nel GP di Malesia, con il sesto posto conquistato da Bruno Senna, ma dalla volontà di PArr di dedicare più tempo alla propria famiglia.

Al suo posto è stato nominato Nick Rose, ex CFO della Diageo PLC, che sarà presidente non esecutivo. Il fondatore Frank Williams, che come azionista di maggioranza continua a controllare la società con il supporto degli altri azionisti e degli altri dirigenti come Toto Wolff, Alex Burns e il resto del consiglio, ha dichiarato: "Ho chiesto a Adam di venire alla Williams alla fine del 2006 per aiutarmi nella gestione del team. In questi cinque anni, Adam ha ottenuto risultati superiori alle mie aspettative e devo ringraziarlo per il suo servizio. Non da ultimo per il ruolo decisivo che ha giocato nell’apportare le modifiche tecniche dell'anno scorso, che stanno cominciando a farsi sentire in termini di competitività, e che ci fanno bene sperare per questa stagione.Con Adam ci lasciamo in ottimi rapporti e auguro ogni bene per lui e per la sua famiglia. Ho piena fiducia che il Consiglio e la nuova dirigenza sapranno guidare l'azienda verso un futuro promettente”.

Da parte sua Adam Parr ha voluto ringraziare la Williams: "Sono molto grato a Frank per avermi dato l'opportunità di lavorare per la Williams negli ultimi cinque anni, un periodo che è stato sia stimolante che gratificante. La Williams è un team unico con più di 500 persone con grande cuore e talento. Spero che tutto vada per il meglio in futuro”