Fisichella recupera e vince a Le Mans

 di Alex d'Agosta  articolo letto 1081 volte
Fisichella recupera e vince a Le Mans

Cala il sipario sull’ottantesima edizione della 24 Ore di Le Mans, la classica gara di durata della Sarthe, valida anche come terzo appuntamento stagionale del FIA World Endurance Championship. La Ferrari di AF Corse è entrata nella storia di Le Mans, grazie al successo colto da Giancarlo Fisichella, Gianmaria Bruni e Toni Vilander al termine di una gara perfetta che era iniziata in salita dopo il grave incidente delle libere di mercoledì.

La Ferrari di AF Corse, unico team italiano al via della più importante gara di durata al mondo, ha preso la testa della corsa a partire dalla decima ora, continuando al comando fino alla bandiera a scacchi. Un dominio che ha consentito ai piloti di amministrare il vantaggio nelle ultime ore, chiudendo così in tranquillità la gara sul primo gradino del podio e regalando una bella soddisfazione alla Ferrari e al team che scrive così per la prima volta il proprio nome nell’albo d’oro dei vincitori della Sarthe.

Piazza d’onore per un’altra vettura della Casa di Maranello, quella del team Luxury Racing, affidata all’equipaggio composto da Frédéric Makowiecki, Dominik Farnbacher e Jaime Melo che hanno confermato l’eccellenza delle nostre vetture. In quarta posizione di classe è giunta poi l’altra Ferrari 458 GT2 di AF Corse guidata da Marco Cioci, Andrea Bertolini e Olivier Beretta (N 71).

Nella categoria GTE AM, il miglior piazzamento tra le Ferrari iscritte, è stato registrato dal team Krohn Racing (Niclas Jonsson, Michele Rugolo e Tracy Krohn) che hanno chiuso sul terzo gradino del podio, mentre ha terminato con un sesto posto l’equipaggio composto da Robert Kauffman, Rui Aguas e Brian Vickers schierato da AF Corse-Waltrip. Purtroppo la Ferrari N81 della Scuderia piacentina (Piergiuseppe Perazzini, Niki Cadei e Matt Griffin) non è arrivata al traguardo, costretta al ritiro dopo un incidente di gara.