Ancora il Sig. Rossi: per Valentino bisogna ancora aspettare

Due o quattro ruote, quello in pista in questo periodo, è ancora il Signor Rossi, non certo il Valentino mondiale che per nove volte ha incantato il mondo della due ruote. Al volante di una Ferrari 458 del Team Kessel ha chiuso in 18^ posizione.
 di Marco Spiridigliozzi  articolo letto 723 volte
Ancora il Sig. Rossi: per Valentino bisogna ancora aspettare

Monza. Due o quattro ruote, quello in pista in questo periodo, è ancora il Signor Rossi, non certo il Valentino mondiale che per nove volte ha incantato il mondo della due ruote. Al volante di una Ferrari 458 del Team Kessel ha chiuso in 18^ posizione. Niente da fare nemmeno al volante di una quattro ruote: Valentino Rossi ha chiuso al 18° posto assoluto la tappa italiana della Blancpain Endurance Series che si è tenuta a Monza. Al volante stavolta una fiammante Ferrari 458 del Team Kessel Racing Italia, sulla distanza di tre ore, il nove volte mondiale della MotoGP, si è diviso la fatica con l’amico Alessio Salucci, chiudendo l’impegno in 77 giri completati in 2h e 7 minuti quasi due minuti dietro il vincitore Maxime Martin, su BMW Z4. Scattato dalla decima casella in griglia di partenza, Vale46 ha lottato a lungo per la nona posizione nella prima parte della gara, poi i tanti incidenti causati dalla pioggia hanno scombussolato assai le posizioni: la safety car infatti è intervenuta in più di una occasione, come detto a causa della forte pioggia, e così nel tentativo di capirci qualcosa all’ennesima ripartenza, Rossi e Salucci si sono ritrovati a perdere numerose posizioni, e nell’ultimo cambio pilota sono scivolati addirittura alla 25^. Nel suo secondo turno di guida, Rossi al volante della Ferrari del Team Kessel numero 46 è risalito fino al 18° posto finale a fronte delle 55 auto partecipanti.