Renault prolunga con Williams fino al 2013

 di Davide Giampetruzzi  articolo letto 1194 volte
Renault prolunga con Williams fino al 2013

La Renault e la Williams hanno appena  ufficializzato un accordo biennale per la fornitura dei motori. La scuderia di Grove allo stato attuale utilizza motori cosworth. Per ora biennale, il patto potrebbe anche essere prolungato sino al 2014 quando entreranno in scena i tanto discussi motori V6 turbo.

Oltre alla fornitura dei motori, la nuova alleanza tra le due scuderie, include diverse altre interessanti opportunità di business e di marketing. E’ bene ricordare come lo stesso binomio, nel decennio tra il 1987 e il 1997 (nel ’92 con Naigell Mansell, nel ’93 con Prost, nel ’96 con Damon Hill e nel 1997 con Jacques Villeneuve, mentre nel ’94 il titolo costruttori arrivò grazie a Michael Schumacher)  ha portato alla conquista di 4 titoli piloti e cinque Costruttori.

“Renault resta in Formula Uno per ottenere successi e la partnership con la Williams si propone di aggiungere altri risultati a quelli ottenuti negli ultimi anni con le nostre squadre partner – ha affermato il presidente di Renault Sport F1 Bernard Rey -. Dal 2012 in poi il fatto che avremo quattro soci ci mette davanti ad altri costruttori in termini di quota di mercato e fuori pista ci permetterà di utilizzare la Formula Uno come una piattaforma di marketing per la nostra casa madre”. “Siamo felici ed eccitati dalla nostra nuova partnership con Renault - aggiunge il team principal Frank Williams -. Questo accordo riunisce il team di F1 con una importante casa automobilistica e completa il nostro nuovo rapporto con Jaguar. Allo stesso tempo, siamo grati a Cosworth: sono stati un partner leale e affidabile sia dentro che fuori la pista per gli ultimi due anni. Il nostro rapporto precedente con Renault ha portato tanti successi ma non permetteremo a noi stessi di soffermarci troppo sul passato. Dobbiamo guardare al futuro e continuare a ricostruire la nostra reputazione in pista e l’annuncio di oggi ci aiuterà a farlo”.