Ad Eurobike la conferma della crescita delle E-Bike per il 2017

 di Sara Queirolo  articolo letto 205 volte
Ad Eurobike la conferma della crescita delle E-Bike per il 2017

Negli ultimi anni la bici elettrica è diventata un importante fattore trainante per la crescita del settore della bicicletta, non solo dal punto di vista economico. Anche per quanto riguarda l'aspetto tecnico, le biciclette con motore ausiliario elettrico hanno dato nuovi impulsi al mercato. Con Eurobike (dal 31 agosto a domenica 4 settembre 2016) si svolgerà fra poche settimane la prossima grande fiera delle novità del settore. Gli espositori hanno in serbo alcune interessanti novità da presentare nel campo delle bici elettriche.

Da quando circa otto o nove anni fa in Germania è stato lanciato il trend delle e-bike, il mercato delle biciclette a pedalata assistita ha conosciuto solo una direzione: verso l'alto. Con 535.000 e-bike vendute, nel 2015 è stato raggiunto in Germania un nuovo record di vendite. Secondo dati provenienti da fonti del settore, il fatturato registrato per il 2016 si aggirerebbe a livelli simili nonostante un quadro generalmente difficile a causa del maltempo. Non stupisce dunque il fatto che i produttori di biciclette e di accessori per e-bike investano tanto tempo ed energia per lo sviluppo di nuove tecnologie anche per la stagione 2017. Una maggiore attenzione è stata prestata soprattutto ai modelli elettrici sportivi, la cui percentuale di fatturato è cresciuta rapidamente negli ultimi due tre anni.

Il produttore di componenti per biciclette Sram, per esempio, presenterà la sua tecnologia di cambio, già affermatasi nel settore MTB, per la prima volta in una versione speciale per bicicletta elettrica. La particolarità del nuovo gruppo EX1 di Sram è l'utilizzo di una corona singola anteriore e un pacco pignoni da otto posteriore. Lo spazio così guadagnato viene sfruttato dal produttore americano di componenti per biciclette con catene più larghe e corone di acciaio temprato, che reagiscono meglio alle alte sollecitazioni di una bici elettrica rispetto ai componenti delle biciclette normali. Tali soluzioni hanno origine tra l'altro nella cittadina della Franconia Schweinfurt, dove vengono sviluppate tutte le tecnologie di cambio dell'azienda americana.

La nuova forcella Boltron di Magura, invece, è frutto di una cooperazione austro-tedesca. Il produttore di componenti svevo, conosciuto nell'ambiente soprattutto per i suoi efficaci freni idraulici, ha iniziato una collaborazione con lo specialista di motocross WP Performance Systems, con l'obiettivo di costruire la forcella perfetta per MTB elettriche. Il risultato è una forcella a steli rovesciati esteticamente insolita, ma che offre, grazie alla robustezza della sua costruzione, una risposta al maggiore peso delle mountain bike elettriche. Le nuove forcelle verranno mostrate al pubblico a Eurobike montate di serie sui nuovi modelli di bici Haibike e KTM.